È importante avere il sito web nel 2021?
È importante avere il sito web nel 2021?
1 Settembre 2021

Perché il tuo sito non viene visitato?

Hai investito nella realizzazione del tuo sito internet ma dopo qualche tempo hai pensato: “È stato un lavoro inutile?”

Ti spieghiamo perché.

Il sito internet, come abbiamo già detto nell’articolo precedente, è uno strumento indispensabile per il tuo business. Ma se realizzi un sito e non lo “agganci” a una strategia di marketing efficace è come se avessi aperto un negozio dove vendere i tuoi servizi, dimenticandoti di far costruire la porta d’ingresso.

È praticamente impossibile che un sito web pubblicato su internet senza il supporto di un’adeguata strategia di web marketing porti un tornaconto alla tua impresa. Ecco quindi che entrano in gioco gli strumenti per generare traffico e renderlo davvero funzionante:

  • Blog
    Incorporare un blog nel tuo sito porterà giovamento sotto diversi punti di vista. In primo luogo il suo aggiornamento costante lo farà apparire al motore di ricerca Google come “virtuoso” e in continua evoluzione: l’algoritmo di Google premia i contenuti immessi di recente (avrai fatto caso che molto spesso i primi risultati di ricerca sono di blogger o di siti di news). Inoltre l’uscita costante e programmata di articoli riguardanti il tuo campo di interesse invoglierà gli utenti a visitare le pagine del tuo sito, generando traffico pertinente e una conseguente “scalata” verso le prime posizioni dei risultati proposti da Google. Se si decide di intraprendere questa strategia, va considerato che un blog comporta un impegno costante e l’uscita di almeno un articolo a settimana: si tratta quindi di un investimento time consuming ma al contempo altamente redditizio.
  • Landing page
    Utilissime per un marketing mirato. La landing page è una pagina web di “atterraggio” volta a dare agli utenti delle informazioni su un unico tipo di prodotto o servizio, senza farlo cadere in “distrazioni” (link esterni, argomenti correlati ecc.) che lo porterebbero fuori da esso. Si tratta quindi di una pagina con un focus molto specifico su un singolo argomento.
    È spesso usato come una sorta di imbuto (o funnel) in cui l’utente é portato a seguire un percorso preciso, fino al raggiungimento della call to action da noi decisa, che spesso é la compilazione di un modulo di contatto o la vendita di un prodotto.
  • Condivisione sui social
    Nella realizzazione di articoli del blog, un boost molto potente per la generazione di interazioni nel sito è la condivisione sui social network (in special modo Facebook).
    La strategia da adottare è la seguente:
    Creazione post sul sito web –––> Condivisione del link su Facebook –––> Utente di Facebook che clicca il post e atterra sul sito web.
    È un tipo di marketing in cui si intercettano i follower della tua pagina Facebook (quindi utenti già interessati al tuo brand) per invitarli ad approfondire argomenti di loro interesse. Allo stesso tempo è possibile andare alla ricerca di utenti che ancora non ti seguono sui social, utilizzando le opzioni pay-per-click spiegate al punto successivo.
  • Campagne Google ADS e Facebook ADS
    Lo strumento più performante per rendere funzionale al massimo il sito web (o la landing page) é il pay-per-click, nelle sue molteplici forme.
    A seconda dell’obiettivo prefissato si può attivare – su Google o Facebook (o su entrambi) – una campagna di advertising, che consiste nell’investire una cifra mensile per mostrare i propri annunci ad utenti potenzialmente interessati al tuo business, al fine di creare una lead (un contatto) o una vendita (nel caso di e-commerce).
    Queste campagne sono molto potenti e funzionali perché si basano sulle chiavi di ricerca (ciò che digitano sulla barra di ricerca di Google) utilizzate dai potenziali clienti sul web, e su algoritmi basati sulla profilazione dell’utente da parte delle piattaforme, che mostreranno il tuo annuncio SOLO a persone DAVVERO interessate a quello che offri, evitando dispersione inutile del tuo investimento.
    Quasi tutti i social network (Instagram, LinkedIn, …) ed anche alcuni marketplace (ad esempio Amazon) permettono questo tipo di strategia.
Hai un sito che non genera contatti ma non hai tempo di progettare e attuare le strategie qui sopra elencate? Contattaci per una consulenza gratuita, saremo lieti di indicarti la soluzione migliore per la tua azienda.